Buon Anno Nuovo!

0
538

Buon Anno nuovo!

Un nuovo inizio…carico di attesa e carico di novità.

Rosetum ha cominciato i lavori di ristrutturazione per il “nuovo” capannone: lo “spazio aperto”. In questo nuovo anno una nuova stagione lirica: 4 opere in scena sul palco di Rosetum per ascoltare e vedere dal vivo la grande musica, Mozart, Verdi, Donizetti e Puccini.

Una nuova stagione teatrale: “La Grammatica degli Affetti” e tanti altri appuntamenti per aiutarci a camminare insieme consapevoli della “bellezza” che Lui ci dona. Tutto è un grande dono fatto e messo tra le nostre mani per farci intuire il “fine” di tutto.

Dunque un nuovo inizio che non può non essere un’attesa, perché non c’è inizio senza la consapevolezza della fine o del fine.

L’inizio, prima che nel seme, è nella terra, quando tutto è determinato dall’attesa e l’uomo non ha in mano niente, neanche il seme da buttare dentro la terra, e perciò è alla mercé dell’onnipotenza del Mistero che fa tutte le cose. L’attesa è il luogo di chi ha fame e sete, e stende la mano: attende, tende a ciò che lo fa vivere, a ciò per cui potrà vivere.
Non c’è niente che pacifica di più la coscienza dell’uomo che l’accorgersi della sua povertà, del suo non possedere nulla.

Pacificante perché è la verità, semplicemente la verità. E l’uomo sta nel suo equilibrio, nella sua pace e sente la freschezza della vita solo se sta nella verità.

In questo nuovo anno vogliamo aiutarci a vivere così, colpiti dall’intensità di ciò che ci è dato.

 

Pax et bonum

fra Marco Finco

direttore artistico Rosetum

 

 

Il disegno in alto è di Anna Formaggio

LEAVE A REPLY