Lucia, creatura romantica e incantata

0
810

Eccoci al terzo titolo della Stagione Lirica Live 2016 di Rosetum. Questa volta è il turno di Lucia di Lammermoor, l’opera in tre atti di Gaetano Donizetti su libretto di Salvatore Cammarano e ispirato a un romanzo di Walter Scott.  L’infelice e folle storia d’amore della fanciulla scozzese che ama Edgardo ma è costretta a sposare Arturo e così perde il senno e commette un omicidio.

La regia è ancora una volta di Alberto Oliva, i cantanti del corso Adads e il maestro al pianoforte Marco Beretta.

Ora qualche nota di regia:

“Lucia è una creatura incantata, figlia del Romanticismo nordico di Walter Scott e del Romanticismo mediterraneo di Gaetano Donizetti. In virtù di questo connubio diventa la quintessenza del Romanticismo, il Romanticismo al quadrato: il trionfo dell’amore impossibile sublimato nel bel canto, in un giardino popolato di mostri, fantasmi, spade, sangue e acqua che scorre delicata, ma contiene al suo interno misteriosi cadaveri. C’è tanto Shakespeare in quest’opera. Per un regista che arriva dalla prosa questo è un imperdibile sentiero, una guida alla messinscena preziosa e spero fertile. Dall’immagine di Ofelia stesa sull’acqua insieme alle ninfee dopo la sua strepitosa scena di pazzia, al conflitto di Romeo e Giulietta con le famiglie ostili, oltre a tutti i fantasmi chiusi nei castelli cheanimano i drammi storici del Bardo”.

“Ho scelto di preservare un’ambientazione da favola, lontana nel tempo e nello spazio, senza vertiginose e improbabili attualizzazioni, perché credo che sia questo lo spirito della musica e della scena, e che solo in questo modo possiamo arrivare il più possibile vicino a Lucia. Vorrei che entrassimo nella sua testa, nella sua sensibilità, in soggettiva con lei. In tutte le scene in cui Lucia non è presente, l’ambiente scenico sarà evocato con delle videoproiezioni di fotografie, immagini di un Medioevo mitologico, animazioni suggestive, ma irreali, che costringeranno i cantanti e il coro a muoversi ai margini del palcoscenico, quasi come se venissero cacciati fuori, come se non potessero avere accesso al mondo vero, che è nascosto e segreto. Noi, però, le chiavi di acceso a quel mondo le abbiamo, se ci lasciamo guidare da Lucia e dalla sua bella follia. Impareremo che i fantasmi esistono, si muovono, agiscono insieme con noi e vivono nei boschi, che sono popolati di alberi antropomorfi e strane creature, che potremo conoscere e toccare nella loro tridimensionale concretezza (le stupende sculturedi Laura Gerosa).Vorrei che vedessimo questa storia con gli occhi di Lucia, e arrivassimo al momento della sua pazzia come se fosse la nostra, senza accorgercene, senza pensare di essere impazziti. Perché, a dirla tutta, pazzi sono gli altri a cercare di costringerci a una vita regolata da schemi impossibili, frustranti, ingiusti, ipocriti e profondamente inefficaci. E allora meglio perdere la testa, possibilmente per amore”.

Stagione Lirica Live

venerdì 18 marzo ore 20

LUCIA DI LAMMERMOOR

Teatro Rosetum

Ingreso 15 euro

ridotto 12 euro Soci Amici di Rosetum

CORO dell’ADADS Accademia Dell’Arte Dello Spettacolo

Direzione Musica e Pianoforte: Marco Beretta

Messa in scena: Alberto Oliva

Assistente alla messa in scena: Arianna Aragno

Disegno Luci: Alessandro Tinelli

Costumi: Arte Scenica – Reggio Emilia

Trucco e acconciature: APTA Accademia Professionale Trucco Artistico- Società Umanitaria

Per informazioni e prenotazioni:

tel. 02 48707203

info@rosetum.it

 

 

 

LEAVE A REPLY