Uomini in ricerca di qualcosa di più

0
316

Come ogni mese, pubblichiamo l’editoriale a cura di Padre Marco Finco per il nuovo numero di Quel che Passa il Convento, il magazine ufficiale del Centro Culturale Rosetum che potete trovare presso gli spazi di via Pisanello 1.

Buona lettura.

Editoriale – Quel che passa Gennaio 2018

Secondo il Rapporto Censis 2017, rapporto sulla situazione sociale del Paese, il popolo italiano esce dal 2017 ed entra nel nuovo anno 2018 segnato da due parole: rancore e nostalgia. Due parole che dicono di speranze deluse: la ripresa economica che esiste ma noi non ne sentiamo e vediamo ancora i frutti, i rapporti affettivi diventano sempre più provvisori, la democrazia sembra una parola ormai lontana, l’informazione è sempre oscurata dalla sensazione di manipolazioni e confezionate falsità… il lavoro, la sanità, la sicurezza…

E tutta quella gioia, quell’affetto, quel senso di amicizia, quell’esperienza di pace, quella evidenza di bellezza che abbiamo visto sui volti di tanti in questi giorni di Natale?

È come se continuassimo a spaccare in due la nostra vita: da una parte io o noi con tutti i nostri problemi e dall’altra (spesso in un cantuccio) quella che chiamiamo la nostra religione.

Certo, anche il più puro senso religioso non basta. Lascia l’uomo in un’ultima nostalgia melanconica e a lungo andare piena di rancore. Abbiamo bisogno non di una religione, ma dell’annuncio risuonato nella Santa Notte di Natale: Il Verbo si è fatto carne e abita in mezzo a noi.

Dovremmo chiedere di poter essere un po’ come i Magi, uomini in ricerca di qualcosa di più, in ricerca della vera luce, della vera possibilità di ripresa (anche economica), uomini legati alla scienza, alla realtà di tutti i giorni, aperti e tesi alla scoperta di nuove “tecnologie”… e ancorati all’indispensabile ascolto della voce della Sacra Scrittura che segna la via.

Cercavano un re e hanno trovato un bambino in una mangiatoia: la potenza di Dio che si manifesta nell’apparente impotenza del suo amore.

Non abbiamo bisogno della “nostra religione”, ma di un avvenimento. Così come si è annunciato, Gesù Bambino è questo fatto posto dentro la nostra storia. Possiamo solo decidere di lasciarci abbracciare. Buon anno!

Fra Marco Finco

direttore artistico

Centro Culturale Rosetum

Disegno di Carlo Rossi.

LEAVE A REPLY