Una finestra spalancata sulla vita

0
202

Ecco il nuovo editoriale firmato da Padre Marco Finco che potete trovare anche sul nuovo numero di aprile di Quel che passa il convento, il cartaceo ufficiale del Rosetum sul quale trovate tutti gli appuntamenti in calendario presso il centro culturale di via Pisanello 1.

Il disegno  è di Anna Formaggio.

Buona lettura.

Editoriale aprile 2018.

Abbiamo appena celebrato la Santa Pasqua… come una finestra spalancata sulla vita! Come quando al mattino ti alzi, vai alla finestra, apri le persiane, apri i vetri e sei inondato di luce e di quell’aria fresca che è solo del mattino… e la vita riprende vita… abbiamo bisogno della luce del mattino, abbiamo bisogno del sole, abbiamo bisogno dell’aria, abbiamo bisogno della vita.

Abbiamo bisogno della luna! Di quell’infinito che solo può donare senso al finito. Abbiamo bisogno di andare “oltre”, abbiamo bisogno di tenere desto il desiderio di andare “oltre”, quel desiderio di Ulisse che incitava i suoi: “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. Il desiderio di vivere all’altezza del proprio cuore. L’errore di Ulisse sta nel metodo, non nell’ardire, non nel suo desiderio umano, non nella ricerca dell’infinito, vera misura del desiderio. Come Centro Rosetum vogliamo aiutarci a ritrovare ogni giorno quel metodo che ci permette di andare fino in fondo al nostro desiderio senza naufragare.

L’anno che stiamo vivendo, il 2018, segna la data iniziale di una nuova corsa allo spazio globale: Donald Trump ha annunciato che la prossima destinazione degli astronauti americani “sarà la Luna”: “vi faremo ritorno per la prima volta dal 1972 per esplorazioni scientifiche ma non solo… stabiliremo una fondazione per altre future missioni”. La Cina progetta di conquistare questo o quel corpo celeste. L’India si è alleata con il Giappone per sviluppare un programma di “esplorazione lunare, osservazione della Terra e navigazione satellitare”. La Russia, oltre a progettare fantastici hotel, quest’anno testerà un nuovo motore nucleare in grado di rivoluzionare per sempre i viaggi nello spazio: la tecnologia si potenzierebbe a tal punto da permettere di raggiungere Marte in sole sei settimane (oggi occorrono 18 mesi). Dubai intende lanciare la sua prima missione verso Marte entro il 2021, nella speranza di stabilirvi una colonia tra 99 anni… (gli Emirati Arabi hanno già investito oltre 6 miliardi di euro in questo programma…).

Nessuno vuole rinunciare alla sua fetta di cielo… il “finito” ci è sempre stato stretto. Abbiamo bisogno di “volare”, ma, forse, per sapere come volare e dove volare, abbiamo prima bisogno di sapere perché vogliamo volare. E, forse, per cominciare a capire, basta aprire quella finestra…

A Rosetum, in questo mese e non solo, vogliamo spalancare le nostre finestre sul mondo intero.

Pax et bonum

fra Marco Finco

direttore Artistico Rosetum

LEAVE A REPLY