Il GAR muoveva i suoi primi passi nel 1964, in occasione del Premio di Pittura Rosetum, promosso dall’omonimo Centro Francescano Culturale, con la partecipazione di artisti provenienti da tutte le regioni italiane.

Il Gruppo, nato all’ombra della chiesa dei frati cappuccini di piazza Velasquez, era inizialmente formato da una decina di artisti.

pittori si riunivano ogni venerdì sera per disegnare, dipingere, confrontarsi, discutendo su tecniche e risultati, partecipando talvolta ad estemporanee.

Per parecchi anni fu proprio il GAR ad organizzare le successive edizioni del Premio Rosetum, che si avvaleva di prestigiose sedi messe a disposizione dal Comune di Milano, come l’Arengario (nel 1968), e la Rotonda della Besana.

A questi inizi pionieristici facevano seguito manifestazioni importanti, a livello nazionale.

Tra quelle iniziali citiamo:

il “Premio S. Francesco”;

il concorso “A. Manzoni”, d’intesa con il Centro Studi Manzoniani (1973);

il “Premio Nazionale Rossini” (1976);

la “Collettiva” alla galleria Tasso di Bergamo (1979);

A queste seguiva la conquista del primo, del terzo e del quinto (e ultimo) “Palio Artistico Città di Milano”, manifestazione biennale indetta tra il 1983 e il 1991, che vedeva il GAR ad anni alterni vincitore o organizzatore di questa prestigiosa competizione tra tutti i gruppi artistici della città e dell’hinterland.

E in anni più recenti, citiamo il concorso “La Rosa d’oro” che si è ripetuto per alcuni anni in occasioni speciali, come per l’inizio del Terzo Millennio, e che è ormai diventato una tradizione.