LA GRAMMATICA DEGLI AFFETTI

Arriva a Rosetum la nuova stagione della rassegna intitolala LA GRAMMATICA DEGLI AFFETTI, edizione 2017.

“Il teatro è alla fine condivisione – spiega Padre Marco Finco – non un mostrare, ma un esserci – così quella persona o quelle persone in “scena” sono quello che raccontano con i gesti, le parole, il respiro. A volte senza sapere o conoscere, raccontano gli Affetti con una Grammatica che si percepisce e che altrove ci manca. Una costruzione, un’architettura di Senso cercato, desiderato che si comunica proprio in quel momento. E allora succede qualcosa di irripetibile che ci tocca nei momenti migliori e inaspettati”.

“La rassegna di quest’anno passa attraverso la clownerie – continua padre Marco – una forma di teatro centrata sull’essenzialità del gesto, nella quale il corpo diventa strumento comunicativo per eccellenza. Il corpo con tutti i suoi limiti, i suoi difetti e tutta la sua bellezza, diviene veicolo della comunicazione”.

Quest’anno a partire da sabato 11 marzo presso lo spazio Auditorium Rosetum vedremo in scena i seguenti spettacoli:

11 marzo ore 21.00

Clown Spaventati Panettieri

Di e con Andrea Meroni e Francesco Zamboni – Collettivo Clown

“Due panettieri disoccupati scelgono di darsi al circo, ma del circo non hanno gli attrezzi…e allora giocoleria con gli strumenti del fornaio! Tra acrobazie pericolanti e nuvole di farina magica non di solo pane riderà il pubblico, ma di ogni gag dei nostri panettieri!”

 Durata 50 minuti

——————————————————————————————————

18 marzo ore 21.00

Ladies and Gentlemen

Con Carlo Rossi e Piero Lenardon – Filarmonica Clown

Un manuale di sopravvivenza per clown in un mondo di fantasmi. Una clownerie fantasmagorica nel breve spazio di un armadio a rotelle e dintorni. Per circa un’ora due smoking recitano Shakespeare, telefonano a Trento, spengono la radio, servono in tavola, fumano al chiuso, perdono il treno e ogni tanto si spaventano.

Durata: 60 minuti

——————————————————————————————————

25 marzo ore 21.00

Ritratto di donne – Racconti ironici di grandi figure femminili

Di Daniele Bossetti e Roberta Paolini

Musiche dal vivo di Marco Ferrari

Le donne!
 Caleidoscopi che nessuno capirà mai davvero… beh, neppure loro stesse, sia chiaro. Per alleggerire le difficoltà del loro essere mutevoli, la pesantezza di tutti i ruoli che non vogliono, la leggerezza di quelli che vogliono, e che hanno avuto nel corso della storia, ma che poi, se ci pensano bene, gli stanno stretti, l’unica opzione è rifletterci su, e perché no? Magari anche riderci su.

Un viaggio attraverso gli occhi curiosi delle donne. Occhi che si stupiscono, che piangono, che ridono, ma che soprattutto domandano.
Sapendo che una domanda vale, a volte, molto di più di qualunque risposta.


1 aprile ore 21.00

Non ho parole

di e con Bano Ferrari

regia Carlo Rossi

Un uomo sale su un palcoscenico vuoto. Ed ecco all’improvviso un clown. Forse il clown che è nascosto in ognuno di noi. Impacciato, timido, curioso, ingenuo, pasticcione alle prese con sé stesso, un cappello burlone,una valigia, un fiore pericoloso, un attaccapanni profumato, la fame, la voglia di suonare, danzare e molto altro ancora…… Lo spettacolo “Non ho parole” è privo di testo verbale recitato e la comunicazione avviene esclusivamente attraverso il linguaggio mimico-gestuale-corporeo. In questo spettacolo il corpo è l’assoluto protagonista. Il corpo parla, trasmette emozioni. Mostra come sia possibile al di là delle parole, così importanti e apparentemente indispensabili, raccontare……

E questo raccontare è alla portata di tutti: basta riscoprire la capacità inscritta dentro noi di narrare e trasmettere emozioni.
Lo spettacolo è particolarmente adatto per affrontare il
tema del “linguaggio non verbale”.

Durata: 60 minuti


martedì 4 e mercoledì 5 aprile

spettacolo “special guest”: VU

teatro d’oggetti, circo in miniatura e clown involontario

di e con Etienne Manceau

sguardo esterno:Sylvian Cousin

SaceKripa

presso Capannone Rosetum

ore 20.30

ingresso 12 euro

ridotto 10 euro

durata 50 minuti

Una performance d’artista, uno spettacolo originale e visionario il cui umorismo caustico innesca sistematicamente l’ilarità del pubblico. Questo spettacolo silenzioso descrive scherzosamente piccole ossessioni quotidiane e con queste costruisce un universo incredibile, che finisce per far esplodere la pentola. Qui lo spettacolo ci porta oltre i limiti, in un crescendo magnifico quanto inaspettato, trasformandosi in una irresistibile lezione magistrale di teatro.

I Sacrekripa sono cinque amici: Morgan Costure, Benjamin de Matteis, Mickael Le Guen, Etienne Manceau e Vincent Reservat. Si incontrano nel settembre 2001 nell’ambito della formazione professionale del Lido, Centre des arts du cirque de Toulouse. Vincent  e Benjamin  vengono da Campeli res ( ecole de cirque de Mougins), Mickael, Morgan e Etienne arrivano dalla Bretagna. Il primo è acrobata e trapezista, gli altri due sono giocolieri.

——————————————————————————————————

8 aprile ore 21.00

Vote For

Di e con Simone Lombardelli e Davide Visconti – Eccentrici Dadarò

La piazza è deserta, il palco non è ancora stato montato e il comizio del nostro amato Sindaco sta per iniziare. Siamo in ritardo! Ma ecco che tra le vie del paese si sentono allegre note confondersi con il rumore di un motore… ma si! è il rombo della sportiva ape car color azzurro cielo con a bordo i due operai del comune. Finalmente il comizio potrà iniziare. Non fatevi spaventare dalle apparenze, questi operai sono i migliori sulla piazza! Non vedete con che agilità e competenza montano il palco per il nostro illustre ospite!

Ma cosa succede se anche il Sindaco è in ritardo? Tra gags, acrobatica, magia e geniali trovate … si aspetta! In un mondo dove tutto corre questi “moderni Stanlio e Ollio” ci aiuteranno ad assaporare il tempo lento, sospeso, di un’attesa.

E se il Sindaco non dovesse arrivare? Tranquilli…the show must go on!!!

Durata: 50 minuti

—————————————————————————————————-

I LABORATORI DELLA GRAMMATICA DEGLI AFFETTI

Il giorno seguente al loro spettacolo tanti artisti si metteranno a disposizione per un “piccolo” laboratorio offerto a tutti quelli che lo desiderano. E’ necessario prenotarsi. Non perdete questa occasione, è un altro modo pEr aiutarci ad imparare quella Grammatica degli Affetti che vedremo in scena tutti i sabato sera di QUARESIMA.

IL CALENDARIO DEI LABORATORI:

12 marzo: COLLETTIVO CLOWN

19 marzo: CARLO ROSSI E PIERO LENARDON

26 marzo: ROBERTA PAOLINI

2 aprile: BANO FERRARI

9 aprile: ECCENTRICI DADARO’

durata 2 ore

Posti limitati

Per informazioni:

info@rosetum.it

——————————————————————————————————

DA NON PERDERE

stagione teatrale LA GRAMMATICA DEGLI AFFETTI

dall’11 marzo all’8 aprile

presso AUDITORIUM ROSETUM

Per informazione e prenotazioni:

tel. 02 48707203

info@rosetum.it

Prima e dopo ogni spettacolo è aperto il BaRosetum con menù piadina e birra.